Ti trovi in: CNA Interpreta / Scadenzario

Scadenzario

Stampa scadenzario su pdf Stampa scadenzario su pdf

Raffina la ricerca Dal Al

 

Domenica   31/3/2019 - CONAI - Procedura forfetizzata per le etichette

Termine entro il quale i produttori di etichette in carta, plastica o alluminio, stampate e non stampate, se vogliono optare per la modalità semplificata, devono dichiarare al Conai di avvalersi della procedura forfetizzata e indicare il fatturato di etichette relativo all’ultimo esercizio chiuso.

 

Domenica   31/3/2019 - CONAI - Contributo annuale a forfait per produttori di imballaggi in sughero

Termine entro il quale il produttore di imballaggi in sughero, ai fini della forfetizzazione del versamento del Contributo Ambientale Conai, dichiara la quantità totale di imballaggi di sughero immessi al consumo nell’anno precedente.  Sulla base di questa dichiarazione viene calcolato il contributo ambientale dovuto per l’anno in corso, che viene versato al ricevimento della relativa fattura.
Domenica   31/3/2019 - CONAI - Procedura erogatori meccanici

Entro questa data i produttori/importatori di erogatori meccanici comunicano a Conai, sulla base dei preconsuntivi di cessione dell'anno precedente ai clienti utilizzatori nazionali, e sulla base dei pesi standard convenzionali (6 grammi per gli spray pumps, 12 grammi per i dispenser, 24 grammi per i trigger), le quantità complessive immesse sul mercato nell'anno precedente per il relativo conguaglio e la stima dei contributi per l'anno in corso. Conai procederà alla ripartizione su base trimestrale. Nelle fatture ai clienti nazionali i produttori/importatori devono apporre la dicitura "Contributo Conai forfetizzato per gli erogatori meccanici, corrisposto quando dovuto negli altri casi". Questa procedura è opzionale rispetto a quella ordinaria.
Domenica   31/3/2019 - Comunicazione dei dati relativi alle sostanze dannose per l'ozono

Scade il termine, per i produttori, gli importatori e gli esportatori di sostanze dannose per l’ozono, per la presentazione della comunicazione alla Commissione della Comunità europea e al Ministero dell’ambiente, dei dati relativi al periodo 1° Gennaio – 31 Dicembre dell’anno precedente. (Regolamento CE n.1005/2009).

 

Domenica   31/3/2019 - Produttori pile ed accumulatori: comunicazione dati produzione

Il D.Lgs. 188/2008 prevede che entro il 31 marzo di ogni anno, i produttori di pile ed accumulatori comunichino alla competente CCIAA i dati relativi ai prodotti immessi sul mercato nell'anno precedente.
Domenica   31/3/2019 - Decreto 81 - Trasmissione dati sanitari e di rischio dell'Allegato 3B

Entro tale data, ogni anno, dovranno essere trasmessi, solo telematicamente, i dati sanitari e di rischio, relativi all’anno precedente, individuati con le modalità inserite nell’allegato 3B.

Domenica   31/3/2019 - FGAS: comunicazione annuale per importatori, esportatori e produttori

L’attuale regolamento comunitario riguardante la gestione dei gas fluorurati ad effetto serra prevede l’obbligo di comunicare annualmente entro il 31 marzo di ogni le quantità di gas gestite nell’anno precedente da parte di determinate categorie di produttori, importatori, esportatori o utilizzatori di questi gas. Con il regolamento d’attuazione n.1191/2014 sono state definite le informazioni da fornire, esclusivamente per via telematica tramite il sito https://bdr.eionet.europa.eu

Le disposizioni del Regolamento (UE) n.1191/2014 si applicano a partire dalle relazioni che dovranno essere inviate entro il 31/03/2015, relative all’anno 2014, da parte dei seguenti soggetti:

  • Produttori di almeno una tonnellata metrica o 100 tonnellate di CO2 equivalente di fgas;
  • Importatori di almeno una tonnellata metrica o 100 tonnellate di CO2 equivalente di fgas;
  • Esportatori di almeno una tonnellata metrica o 100 tonnellate di CO2 equivalente di fgas;
  • Produttori o importatori di almeno una tonnellata metrica o 100 tonnellate di CO2 equivalente di fgas: comunicazione dati scorte ad inizio e fine anno, quantità riciclate, rigenerate o distrutte;
  • Produttori o importatori: quantitativi di fgas non rientranti nelle quote di produzione/importazione ed utilizzati per gli scopi previsti dall’articolo 15 co.2 del Regolamento n.517/2014 (utilizzo come materia prima, importazione per distruggerli, resi disponibili per esportazione al di fuori dell’Unione Europea, utilizzo militare, incisione di semiconduttori ecc…);
  • Utilizzatori di fgas come materie prime per oltre 1000 tonnellate di CO2 equivalente;
  • Imprese che hanno distrutto almeno una tonnellata metrica o 1000 di CO2 equivalente;
  • Produttori o importatori di almeno una tonnellata metrica o 100 tonnellate di CO2 equivalente di fgas: quote di fgas cedute ad imprese commercializzanti apparecchiature per la refrigerazione, il condizionamento d’aria e pompe di calore funzionanti con HFC;
  • Imprese che hanno immesso sul mercato apparecchiature o prodotti contenenti fgas in quantità pari o superiori a 500 tonnellate di CO2 equivalente.
Domenica   31/3/2019 - EMISSIONI IN ATMOSFERA - COMUNICAZIONE DATI - DEPOSITI FISCALI DI COMBUSTIBILI IMPORTATI

Annualmente entro tale data i  gestori dei depositi fiscali di combustibili importati e i gestori degli impianti di produzione degli stessi : comunicano all’ISPRA e al Ministero ambiente, i dati concernenti i quantitativi e il contenuto di zolfo dei combustibili prodotti o importati, e destinati alla commercializzazione sul mercato nazionale, nel corso dell'anno precedente. I dati si riferiscono ai combustibili immagazzinati nei serbatoi in cui sono sottoposti ad accertamento volto a verificarne la quantità e la qualità ai fini della classificazione fiscale.

Lunedi   15/4/2019 - Invio registro informatizzato verifiche periodiche attrezzature

Entro il 15 aprile di ogni anno, i soggetti abilitati alle verifiche periodiche delle attrezzature elencate nell'allegato VII del D.Lgs. 81/08 devono inviare al "Portale soggetti abilitati" istituito da INAIL il registro delle verifiche effettuate nel periodo 15 gennaio / 15 aprile,

Martedi   30/4/2019 - Attività di recupero in procedura semplificata

Le imprese che effettuano attività di recupero ammesse alle procedure semplificate di cui all’articolo 216 del D.Lgs. 152/2006 devono versare alla Provincia, che tiene apposito registro, il diritto di iscrizione annuale.